20 borse di studio al Convitto Nazionale “Paolo Diacono”

Il Convitto Nazionale "Paolo Diacono"
bandisce un concorso per 20 borse di studio della durata di un anno (o semestre), per la frequenza nelle Scuole Superiori del Convitto Nazionale o nelle altre Scuole della Provincia di Udine riservato a :
figli o discendenti di corregionali all’estero del Friuli Venezia Giulia
nell’ambito del Progetto "STUDIARE IN FRIULI"

Selezione per l’anno scolastico 2011 – 2012
Scadenza 16 aprile 2011

CONSULTARE IL SITO www.cnpd.it
in collaborazione con: Ente Friuli nel Mondo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Provincia di Gorizia
Provincia di Udine
Comune di Cividale del Friuli
Fondazione CRUP

1. INTRODUZIONE

Il Convitto Nazionale "Paolo Diacono" indìce, per l’anno scolastico 2011/2012, un concorso per conferire n. 20 posti in Istituto, presso la propria struttura a gestione diretta e nelle Scuole interne o associate.
A tal fine il concorso è riservato ai discendenti dei corregionali del Friuli Venezia Giulia all’estero provenienti da tutti i Paesi del mondo, compatibilmente con la legislazione scolastica dei singoli paesi, tenendo conto del curriculum di studi effettuato (per informazioni consultare gli appositi link sul sito www.cnpd.it).
Il Concorso viene bandito grazie alla Convenzione tra il Convitto Nazionale "Paolo Diacono" e l’Ente Friuli nel Mondo, e con il contributo di diversi Enti pubblici e privati (tra cui : Fondazione della Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, Regione Autonoma del Friuli Venezia Giulia, Provincia di Udine, Provincia di Gorizia, Comune di Cividale del Friuli, Banca di Cividale), che sviluppa una collaborazione mirante a permettere a figli e discendenti di corregionali all’estero di poter frequentare un anno scolastico presso Istituzioni Scolastiche in Italia.
In tal modo essi potranno perfezionare il proprio percorso formativo mediante la frequenza di regolari corsi scolastici nella terra d’origine dei loro padri, arricchendo in particolare il proprio bagaglio culturale con il perfezionamento delle lingue e delle culture italiana, friulana e delle altre lingue e culture autoctone presenti in Regione.
Il Convitto infatti possiede tutte le strutture scolastiche e ricettive (visibili sul sito www.cnpd.it) per poter utilmente realizzare una iniziativa in questo senso, in quanto unitamente alla presenza di scuole come il Liceo Classico, il Liceo Scientifico, il Liceo delle Scienze Umane ed il Liceo Linguistico e alle Scuole Tecniche e Professionali collegate, può contare su tutti i servizi di carattere residenziale necessari.
Per il Convitto Nazionale "Paolo Diacono" questa proposta mira a fornire ai propri studenti e alle nuove generazioni una formazione sempre più improntata alla internazionalità, alla interculturalità nel senso più ampio del termine, alla conoscenza di diverse lingue comunitarie e locali, secondo un percorso formativo mirante allo stesso tempo a valorizzare le varie realtà locali ed il mantenimento di specifiche identità, che rappresenta un obiettivo formativo essenziale nel creare i futuri cittadini dell’Europa e del mondo.

 

2. POSTI DISPONIBILI MESSI A CONCORSO PRESSO IL CONVITTO NAZIONALE

I posti riservati e messi a concorso per l’iniziativa in oggetto, sia per studenti di sesso maschile che di sesso femminile, per l’anno scolastico 2011/12, vengono così destinati:

• INDIRIZZO UMANISTICO (LICEO SCIENTIFICO, LICEO CLASSICO, LICEO DELLE SCIENZE UMANE , LICEO LINGUISTICO)
• INDIRIZZO TECNICO (TECNICO AGRARIO,TECNICO COMMERCIALE,
TECNICO INDUSTRIALE)
• INDIRIZZO PROFESSIONALE (MECCANICO, ELETTRICO, ELETTRONICO,
OTTICO E TECNICO DEL LEGNO E ARREDAMENTO)

I suddetti posti possono variare nel numero in base alle richieste.

Nell’ambito delle disponibilità ricettive residuali, l’Istituto si riserva la facoltà di aumentare i posti messi a concorso.
Il numero dei posti potrà variare in relazione alla disponibilità di finanziamenti nel frattempo intervenuti e formalmente assegnati.


3. AVENTI DIRITTO E SELEZIONE

Il concorso è riservato ai figli e ai discendenti dei corregionali del Friuli Venezia Giulia all’estero provenienti da tutti i paesi del mondo. A tal fine i candidati dovranno produrre la documentazione necessaria a dimostrare tale status.
I candidati, di età compresa tra i 14 ed i 18 anni, devono possedere una sufficiente conoscenza e comprensione degli elementi fondamentali della lingua italiana.

L’ammissione al Convitto e l’inserimento nelle classi delle Scuole appartenenti al Convitto Nazionale o alle altre Scuole collegate sarà deliberata da una apposita Commissione composta da docenti ed educatori, dopo un’attenta analisi della documentazione sottoelencata che dovrà essere allegata alla domanda di adesione:
• Percorso didattico
1. pagella degli ultimi due anni scolastici
2. descrizione dettagliata del tipo di scuola e del relativo indirizzo frequentato nel proprio Paese
• Certificazione del grado di conoscenza della lingua italiana
• Lettera (controfirmata dai genitori) di presentazione personale, dove il candidato illustra le precise motivazioni che lo hanno spinto ad aderire al Progetto e si impegna a rispettare le regole di vita convittuale e le modalità contenute nel Bando di Concorso.
• Compilazione del Questionario personale dello studente scaricabile dal sito del Convitto

Per l’assegnazione dei posti sarà redatta una apposita graduatoria, che terrà conto del merito scolastico, dell’area geografica di provenienza, della situazione famigliare e del relativo reddito.
Le decisioni della Commissione sono insindacabili.

Al Rettore – Dirigente Scolastico spetta la decisione finale per l’ammissione definitiva dei candidati.
Al suo ingresso in Convitto (dal 10 al 15 settembre o dal 7 al 15 gennaio) lo studente incontrerà i docenti e gli educatori della Commissione che confermeranno o meno la precedente delibera e la invieranno al Consiglio della classe in cui verrà inserito l’allievo.

NOTA BENE: è indispensabile che il candidato unisca all’interesse e all’impegno nello studio la disponibilità alla vita in comune, all’accettazione delle regole di vita collegiale, alla tolleranza e alla comprensione di opinioni e atteggiamenti diversi dai propri. Inoltre, considerata la lontananza dall’ambiente famigliare e l’impegno richiesto dai programmi di studio, deve poter contare su un carattere equilibrato e su un buono e certificato stato di salute psico – fisica. In tale ottica problemi di carattere medico di natura importante dovranno essere debitamente e preventivamente segnalati.

 

 

4.ACCOGLIENZA E INSERIMENTO NEL CONVITTO NAZIONALE

L’ingresso in Convitto dovrà avvenire dal 10 al 15 settembre, in caso di frequenza annuale e dal 7 al 15 gennaio in caso di frequenza semestrale, salvo motivazioni valide e debitamente documentate.

1) All’arrivo in convitto gli studenti, già selezionati dall’apposita commissione, saranno subito inseriti nelle scuole e nelle classi più vicine o similari al corso di studi frequentato nei paesi d’origine. Nel pomeriggio, dopo le lezioni scolastiche, verrà attivato un corso intensivo di lingua italiana al fine di potenziare la conoscenza e le abilità necessarie a favorire una maggiore comprensione delle materie del curricolo seguito. Tale corso verrà attivato sia per gli studenti che arriveranno nel mese di settembre per trascorrervi un intero anno scolastico, sia per quelli che arriveranno nel mese di gennaio per fermarsi un solo semestre.

2) L’assegnazione definitiva alle singole classi verrà approvata dal Collegio Docenti Integrato dei singoli Istituti, tenendo conto delle valutazioni espresse e dai criteri di selezione adottati preventivamente dalla Commissione di docenti e educatori.

3) Ogni studente sarà, inoltre, inserito in un gruppo convittuale e sarà seguito dagli educatori di gruppo per gli aspetti di carattere educativo, e da un docente tutor nel suo percorso scolastico. Fra le due figure sono previsti momenti di incontro e scambi di informazioni per aiutare lo studente a finalizzare al meglio tale esperienza di studio.

4) Dopo i primi due mesi trascorsi in Convitto, la stessa Commissione valuterà l’andamento didattico – educativo – disciplinare degli studenti e delibererà sulla continuità o meno della loro permanenza in Friuli.

5) Il periodo di inserimento nella classe è da considerarsi provvisorio per le prime 3 settimane. Trascorso tale periodo l’inserimento verrà considerato definitivo e non sarà più possibile il trasferimento ad altro Istituto.

6) A meno di precise indicazioni provenienti dai programmi di studio frequentati, è preferibile che gli studenti frequentino Scuole nell’ambito del distretto scolastico cividalese.

 


5. ONERI A CARICO DEL CONVITTO PER I GIOVANI OSPITI ASSEGNATARI DI BORSA DI STUDIO
Per l’ospitalità dei giovani presso le proprie Strutture e presso le Scuole, il Convitto assume a proprio carico:
– l’onere del vitto e alloggio durante il periodo di frequenza scolastica e di esami;
– l’onere del servizio di lavanderia e stireria per il periodo di permanenza in Istituto;
– l’onere dell’acquisto dei libri e del materiale di cancelleria, nei limiti previsti nella borsa di studio ed il pagamento delle tasse scolastiche;
– l’assistenza sanitaria, limitatamente all’acquisto di farmaci di uso comune ed agli interventi del medico dell’Istituto; l’assistenza sanitaria ospedaliera avverrà mediante idonea copertura assicurativa;
– l’onere derivante dal programma di accoglienza;
– l’onere derivante dalle iniziative culturali nel territorio del Friuli Venezia Giulia, nei limiti previsti nella borsa di studio;
– l’onere delle spese relative alle attività ricreative svolte all’interno della struttura, nonché quello per le visite d’istruzione di un solo giorno organizzate dal Convitto o dalle Scuole. Restano esclusi i viaggi di studio di più giornate che rimangono a carico delle famiglie.

Al di fuori delle voci sopraelencate, ogni altro intervento nei settori del sostegno scolastico, delle attività ludico – ricreative, o di particolari interventi di carattere sanitario (ad esempio cure dentistiche) è a carico delle famiglie.
6. ONERI A CARICO DELLE FAMIGLIE E PRECISAZIONI

– le spese di viaggio sono a carico dei partecipanti.
– in caso di danni alle strutture , il Convitto si riserva di chiedere alle famiglie il rimborso delle
spese sostenute.
7.DECADENZA DAL BENEFICIO DELLA BORSA DI STUDIO

Il Rettore – Dirigente Scolastico, sentito il parere degli Organi competenti (Commissione docenti-Educatori, Educatori referenti ed il Consiglio di classe), può revocare in qualsiasi momento il beneficio della permanenza presso l’Istituto in caso di :

• frequenza irregolare delle lezioni scolastiche, se non debitamente giustificata
• impegno saltuario nello studio e profitto scolastico insufficiente
• insofferenza alle regole dell’Istituto, gravi mancanze di carattere disciplinare, comportamenti incompatibili con la vita comunitaria
• problemi di salute (necessità di cure specialistiche e di particolare assistenza)

 

 

8. DOMANDE DI AMMISSIONE
La domande di ammissione al Concorso e la relativa documentazione dovranno essere presentate direttamente o indirizzate a mezzo raccomandata A/R

entro il 16 aprile 2011
a
CONVITTO NAZIONALE "PAOLO DIACONO"
Piazzetta Chiarottini, 8 33043 CIVIDALE DEL FRIULI

La domanda può essere anche inviata all’Ente Friuli nel Mondo o inviata via e-mail presso i seguenti indirizzi segreteria@cnpd.it oppure info@friulinelmondo.com
La domanda dovrà essere corredata da tutta la documentazione richiesta, anche nella forma di documento trasmesso mediante internet, pena la esclusione dai benefici previsti.
Qualora la documentazione presentata non dovesse essere completa, la Commissione si riserva la facoltà di non accogliere la domanda o di richiedere successive integrazioni.

 


9. DOCUMENTAZIONE
Documentazione da allegare alla domanda di partecipazione al Progetto:
A) DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA
1. DICHIARAZIONE dalla quale risulti la discendenza da un corregionale residente all’estero.
2. DICHIARAZIONE dalla quale risulti la situazione economica del nucleo famigliare.
3. INDIRIZZO PRECISO DELLA FAMIGLIA (via, codice postale, città, Stato, telefono, indirizzo e – mail)
4. FOTOCOPIA DEL PASSAPORTO
B) DOCUMENTAZIONE SCOLASTICA
5. DOMANDA D’ISCRIZIONE alla Scuola e al Convitto tramite relativo modello (allegato)
6. CERTIFICATO DI STUDIO degli ultimi due anni scolastici attestanti il percorso didattico, il programma svolto nelle diverse materie e la votazione riportata in ciascuna materia. Deve essere inoltre allegata una presentazione dettagliata del tipo di scuola e del relativo indirizzo frequentato (materie, ecc…).
7. CERTIFICAZIONE attestante il grado di conoscenza della Lingua Italiana
8. LETTERA di presentazione personale del candidato, dove lo stesso illustra le motivazioni che lo hanno spinto ad aderire al Progetto ed in cui si impegna a rispettare le regole di vita convittuale e le modalità contenute nel Bando di Concorso. La lettera deve essere controfirmata dai genitori. Nella stessa dovranno essere indicati con precisione e chiarezza: l’indirizzo della famiglia, il numero di telefono e l’indirizzo e – mail.
9. QUESTIONARIO PERSONALE conoscitivo dello studente, scaricabile dal sito del Convitto.
10. PARERE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO DELLA SCUOLA DI PROVENIENZA
La documentazione dovrà essere corredata dalle opportune traduzioni.


C) DOCUMENTAZIONE MEDICA
11. CERTIFICATO MEDICO attestante l’idoneità psicofisica dell’aspirante alla vita comunitaria
12. CERTIFICAZIONE delle vaccinazioni sanitarie obbligatorie

 

 


Documentazione da presentare al momento dell’ingresso in Convitto:

1. VISTO CONSOLARE DI INGRESSO per motivi di studio per ottenere il permesso di soggiorno.

2. CERTIFICAZIONE ATTESTANTE IL CORSO DI STUDI DA SEGUIRE, VISTATA DALLA RAPPRESENTANZA DIPLOMATICA CONSOLARE ITALIANA all’atto del rilascio del visto di ingresso;

3. CERTIFICATI DI RESIDENZA E CITTADINANZA (in carta semplice).

4. N° 8 FOTOGRAFIE FORMATO TESSERA SU FONDO BIANCO

5. RICHIESTE DI AUTORIZZAZIONI DEBITAMENTE FIRMATE PER L’USCITA DALL’ISTITUTO
(secondo i modelli che saranno allegati alla lettera di accoglimento)

6. INDIRIZZI E NUMERI DI TELEFONO di parenti o amici di famiglia che ospiteranno in Italia lo studente.

L’Istituto si riserva la facoltà di richiedere ulteriore documentazione sanitaria atta ad accertare l’esistenza dei requisiti richiesti per la partecipazione al Concorso ai fini dell’eventuale conferimento del posto in Convitto.
L’Istituto si riserva inoltre di effettuare controlli sulla veridicità delle dichiarazioni rese.


10. ALLEGATI DA CONSULTARE

• Regolamento convittuale interno (link del sito)

• Questionario personale (link del sito)

• Depliant di presentazione del Convitto Nazionale e delle sue strutture (link del sito)

Condividi
Accetto.
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Cliccando il bottone Accetto, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. L'informativa è disponibile in questa pagina.