Dalla Cina allo Stringher di Udine… e Marina Martin, neo presidentessa del Fogolâr di Pechino fa visita alla classe

Grazie alla segnalazione di un nostro affezionato lettore apprendiamo che all’Istituto Stringher di Udine c’è una classe, la 5^B del corso turistico, composta da 10 studenti cinesi che, grazie al progetto “Il Milione”, stanno per conseguire la maturità in Italia. I ragazzi hanno studiato approfonditamente la vita di Odorico da Pordenone il quale, nel 1300, si era recato fino in Cina arrivando proprio nella città da cui provengono loro: Zhenjiang, nella provincia del Jiangsu, area di Shanghai. Oggi, loro sono venuti fino a Udine dove Odorico è sepolto, completando simbolicamente uno scambio di culture e realtà iniziata dal frate sette secoli fa. E così Marina Martin è stata ben lieta di far visita ai ragazzi scambiando opinioni sulle rispettive esperienze.
Hanno inoltre partecipato con successo al concorso “Industriare Arte Giovani”, indetto da Confindustria Udine, realizzando opere tessili frutto dell’intreccio delle diverse culturee. I lavori sono stati poi esposti alla mostra “Vetrina Stringher” presso il museo Etnografico del Friuli in via Grazzano a Udine. La professoressa Monica Secco ha narrato la passione con cui gli allievi cinesi della scuola hanno predisposto alcune schede illustrative su seta, canapa, fustagno e altri materiali, coadiuvati dal professor Gianni Nocent, referente del progetto.

Condividi
Accetto.
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Cliccando il bottone Accetto, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. L'informativa è disponibile in questa pagina.