Gli “Amici di Udine” in Africa

Il gruppo “Amici
di Udine” opera in Costa d’Avorio e Benin dal 1998 per sostenere le missioni
delle “Suore della Provvidenza” di San Luigi Scrosoppi. Le attività che le
suore svolgono sono di scolarizzazione, sostegno sanitario, avviamento di
piccole attività gestite dalle donne e dal 2008 la costruzione di pozzi e
scuole nei villaggi del comprensorio di Kandi in Benin.

L’invito di suor
Alfonsina, friulana anche lei, di andare a vedere come venivano utilizzati i
soldi raccolti qui in Friuli è stato colto prima da Danilo e poi man mano si
sono aggiunte nuove persone: Mariucci, Roberto e Alida, Gastone e Gina, e Marco
che puntualmente una volta all’anno si recano in missione per aiutare e
progettare insieme alle suore e alla gente del luogo gli interventi più
necessari.

Ad esempio lo
scorso febbraio il gruppo è rimasto per due settimane a Kandi, una cittadina
che comprende anche molti villaggi, nel nord del Benin, dove sono state
inaugurate le nuove scuole di Somkpaarè, Fiiri e Guedaru, il pozzo a Yaniserin
e sono stati avviati i lavori per il pozzo e la scuola di Deeu. Alcuni progetti
hanno bisogno di un sostegno annuale come l’attività dell’ambulatorio di
Tissaru, le quattro mense scolastiche sparse sul territorio e le spese di mantenimento
della missione delle suore.

Il gruppo
raccoglie fondi grazie all’attività missionaria qui in Friuli, tramite le
raccolte nelle parrocchie, donazioni private, mercatini di solidarietà e con
l’attività di un banchetto nel mercatino dell’usato di via Riccardo di Giusto a
Udine. I soldi vengono poi recapitati alle suore che, sotto il controllo del
parroco e del gruppo stesso, fanno lavorare piccole imprese del luogo per la
costruzione di scuole, pozzi e chiesette. Inoltre sensibilizzano la gente dei
villaggi ad occuparsi della cura e manutenzione delle opere realizzate.

Anche il console
di Cotonou di origini friulane, Vitaliano Gobbo, conosciuto tramite l’Ente Friuli
nel mondo, ha approvato questo modo di operare che coinvolge e responsabilizza la
gente del luogo.

Quest’anno il
gruppo si è recato anche in Costa d’Avorio: qui le missioni sono avviate da
molti anni, ma hanno sempre bisogno di sostegno per le loro attività a favore
dei poveri, soprattutto ora, dopo la guerriglia scoppiata per le elezioni
presidenziali del 2010, che ha causato la semi-distruzione della missione della
capitale Abidjan.

Aiutare chi è nel
bisogno è un valore per ogni società, ma per noi friulani ha grande importanza,
perché sappiamo cosa sono la povertà e le difficoltà. In questi anni di crisi
economica la generosità dei friulani non si è mai smentita. Speriamo così anche
per il futuro!

Per maggiori
informazioni c’è il sito: www.amicidiudine.it

Condividi
Accetto.
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Cliccando il bottone Accetto, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. L'informativa è disponibile in questa pagina.