Gnot dai muarts

Nel Friuli la prima
notte di novembre è sempre il tempo di aprire la porta tra il mondo dei vivi e
quello dei morti.

É il Samain il capodanno
celtico che la chiesa cristiana ha adottato e cristianizzato come la giornata
di tutti i santi e i defunti.

La tradizione della
zucca illuminata con una candela non riguarda soltanto il folklore irlandese,
è la combinazione di riti celtici e romani.


Quest’anno, la Società Friulana di Buenos Aires ha deciso di festeggiare su tre assi:
Frutins – bambini: per i bambini, sfilata in costume e spettacolo: con l’intervento
di un mago che incanterà e darà fascino alla serata.
Una truccatrice regalerà i colori e la creatività!
 
Fantats giovani:
ViejaVendetta concerto di rock (di Marco Cancian, membro della Società Friulana di Buenos Aires)

Fantats Simpri sempre giovani:
conferenza sull’origine e le caratteristiche di questa festa celtica – Friulana.
  Velion des Mascaris ballo in maschera
Si premierà i
migliori costumi e per finire la serata, il ballo. Il Fotogrupo 30/40 farà le foto per una mostra che sarà esposta nel mese
dell’anniversario.

Vi aspettiamo per divertirci e condividere la storia,
i misteri, la magia e il fascino delle tradizioni della nostra terra.

Condividi
Accetto.
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Cliccando il bottone Accetto, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. L'informativa è disponibile in questa pagina.