Detenuti all’estero

Nel caso in cui un connazionale sia arrestato in un paese straniero, l’Ufficio consolare può:

– rendere visita al detenuto, qualora sia stato espressamente richiesto;
– indicare un eventuale legale;
– mantenere i collegamenti con i familiari in Italia;
– provvedere ad assicurare al detenuto, quando necessario e consentito dalle norme locali, assistenza medica, alimenti, libri e giornali;
– intervenire per il trasferimento in Italia, qualora il connazionale sia detenuto in Paesi aderenti alla Convenzione di Strasburgo sul trasferimento dei detenuti o ad accordi bilaterali ad hoc;
– intervenire, in particolari casi, per sostenere domande di grazia, su basi umanitarie.

 

 

 

 


Accetto.
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Ente Friuli nel Mondo non memorizza nessun dato personale dei visitatori. Alcuni dati di navigazione potrebbero essere invece utilizzati da Google Analytics, sempre in forma anonima, e unicamente per scopi statistici. Cliccando il bottone Accetto, confermi il tuo consenso a salvare questi cookie sul tuo computer. L'informativa è disponibile in questa pagina.