Proiezione documentario Quando la terra Chiama lunedì 8 agosto a Molin Nuovo (UD)

Serata speciale lunedì 8 agosto in piazza a Molin Nuovo, nell’area in cui si svolge il Cinema sotto le stelle, proposta estiva del Comune. In occasione del 40° anniversario del terremoto verrà presentato il documentario del regista Massimo Garlatti Costa, cittadino di Tavagnacco, “Quando la terra chiama”. Il film è stato proiettato in anteprima nazionale e con grande successo nell’ambito della IX edizione de “Le Voci dell’Inchiesta – Festival di Cinema del Reale” che si è svolto ad aprile a Pordenone ed ha ottenuto poi numerosi consensi durante le proiezioni che si sono tenute in giro per il Friuli.

“L’evento doveva segnare l’inizio delle proposte estive programmate dal Comune – spiega l’assessore alla Cultura Ornella Comuzzo – ma a causa dei tragici fatti che nei primi giorni di luglio hanno coinvolto la nostra Comunità, l’appuntamento è stato rinviato. E’ intenzione dell’Amministrazione, con questa importante serata, contribuire al ricordo di quella immane tragedia che tra le vittime ha visto anche alcuni nostri concittadini”.

Il film di Garlatti Costa, ricco di materiale in pellicola, fotografico e giornalistico inedito, racconta le tante iniziative a favore del Friuli promosse dai suoi “figli” lontani. A fare da guida attraverso i diversi momenti storici, le testimonianze di noti giornalisti come gli inviati Rai Gianni Minà e Bruno Vespa, Terry Spence della tv australiana Channel 9 e quella del senatore Mario Toros, all’epoca ministro del lavoro. Alla serata, a cui parteciperà il regista, saranno presenti anche il presidente di Friuli nel mondo, Adriano Luci e Joe Toso, originario di Majano, uno dei protagonisti del documentario. In Canada dal 1965, Toso è a capo di un’impresa internazionale a Vancouver, è Presidente della Federazione dei Fogolârs e delle Fameis Furlanis del Canada, che comprendono 16 organizzazioni con oltre 3000 iscritti.

Dai primi giorni dopo il sisma, l’Ente Friuli nel Mondo ha avuto una funzione determinante, agendo come ponte tra i friulani all’estero, che vissero il dramma dalle loro terre di emigrazione, e la loro Piccola Patria. Il risultato è stato uno straordinario esempio di solidarietà nazionale e mondiale, uno sforzo collettivo che ha contribuito alla ricostruzione e allo sviluppo del Friuli.

“Quando la Terra Chiama” riesce a raccontare il terremoto del 1976 in un modo umano e coinvolgente, trasmettendo le emozioni del grande dramma ma anche l’immenso sforzo della solidarietà di tutto il mondo, e come racconta nel film Elena Fioritto, allora coordinatrice dell’Ente Friuli nel Mondo: “Tutti hanno dato tutto ciò che potevano per la rinascita del nostro Friuli”.

In caso di maltempo la serata si terrà presso il Teatro della Fondazione Luigi Bon di Colugna, in Via Patrioti 29.


Condividi
Accetto.
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Cliccando il bottone Accetto, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. L'informativa è disponibile in questa pagina.