40° Trofeo Internazionale di Judo “Abramo Oldrini – Citta di Sesto San Giovanni”

Doppio compleanno per Ubaldo Paschini, presidente del centro sportivo
Sport Club Sesto e del Fogolâr Furlan di Sesto S.G.: quest’anno sono
infatti ben due gli anniversari da celebrare: i quaranta anni del
Trofeo Internazionale di Judo “Abramo Oldrini – Città di Sesto San
Giovanni” e i dieci anni del Judoboy International.

Tutto è pronto perché si alzi il sipario sull’importante manifestazione
sportiva interamente dedicata alla disciplina del judo, organizzata da
Paschini, Maestro benemerito FIJLKAM e 6° dan IJF/FIJLKAM, e dal suo
fidato staff di collaboratori, con il patrocinio della Regione
Lombardia, della Provincia di Milano, della Federazione Internazionale
Judo, dell’Unione Europea Judo, dell’Unione Africana di Judo, del
Comitato Olimpico Nazionale Italiano, della FIJLKAM, dell’ACSI, della
La Gazzetta dello Sport, della FederItaliaSport, del Comune di Sesto
San Giovanni, dell’Ente Friuli nel Mondo e con il sostegno
organizzativo del Fogolâr Furlan di Sesto San Giovanni. Appuntamento
sabato 14 novembre al Palasesto di piazza Primo Maggio con un evento
sportivo in grado di accrescere, anno dopo anno, il suo prestigio e di
imporsi in ambito internazionale grazie alla presenza di judoka di fama
mondiale.

Judoka provenienti da tutto il mondo ai quali si aggiungeranno i
piccoli protagonisti del “Judoboy International 2009”, nato dieci anni
fa grazie all’intraprendenza dei Maestri Felice Cattaneo, Claudio
Zanesco e Massimo Gorla e pronto, quest’anno, a rinverdire i suoi fasti
sui tatami multicolori della Trocellen Furukawa Otsuka, fidata presenza
a fianco di Paschini.

Tutto avrà inizio alle ore 12,30 con le coinvolgenti gare eliminatorie,
che vedranno sfidarsi sugli avveniristici tatami Trocellen i judoka
cintura nera JU-SE (open fino 81 kg, suddivisi in 2 poules da 5 atleti,
con girone all’italiana); l’evento sportivo proseguirà dalle 14 con il
“Judoboy International 2009”, manifestazione giovanile di prova tecnica
educativa di judo, non competitivo, riservato a bambini e bambine,
ragazzi e ragazze, iscritti ai C.A.S., FIJLKAM, Enti di Promozione
Sportiva, Federazioni Straniere, al quale si prevedono le iscrizioni di
circa 800 minijudoka in rappresentanza di diverse associazioni sportive
italiane ed estere. Alle 16 scenderanno nuovamente sui tatami gli
atleti cintura nera Ju-Se chiamati a sfidarsi nelle attese finali per
il 3° e 4° posto e 1° e 2° posto, con una rivoluzionaria formula
adottata per la prima volta al mondo: i finalisti per il 3°/4° e 1°/2°
posto, dovranno disputare 3 raunds di 3 minuti con un minuto di riposo
(il vincitore sarà colui che vincerà i 2 raunds o in caso di parità il
terzo raund). Il momento ufficiale della cerimonia di premiazione sarà
preceduto da diversi momenti di intrattenimento, come nella miglior
tradizione dell’Oldrini.

“Questa quarantesima edizione del Trofeo Oldrini – dichiara il Maestro
Paschini – rappresenta un traguardo importante e un nuovo punto di
partenza. E ci tengo a ringraziare quanti in questi anni hanno
contribuito al suo prestigio: dai miei fidati collaboratori ai numerosi
sponsor che da subito hanno creduto nelle potenzialità dell’Oldrini. Un
grazie di cuore anche alle delegazioni estere, ai judoka di fama
internazionale che anche quest’anno saranno qui a Sesto e al Presidente
della Federazione Internazionale di Judo, Marius Vizer, tra i primi a
credere nel mio innovativo modo di concepire il judo e presente
all’Oldrini per rendere onore al judo italiano e alla Città di Sesto
San Giovanni”.

Per il presidente dello Sport Club Sesto è nuovamente arrivato il
momento di dedicarsi alla sua creatura più amata: l’Oldrini. E
Paschini, vulcanico, pieno di energia ed entusiasmo, è pronto a
buttarsi a capofitto in questa nuova giornata tra sport e spettacolo.
Certo di incontrare ancora una volta il favore del pubblico sestese e
dei friulani sparsi in Lombardia chiamati a raduno dall’Ente Friuli nel
Mondo

 

scarica la locandina

Condividi

40° Trofeo Internazionale di Judo “Abramo Oldrini – Citta di Sesto San Giovanni”

Doppio compleanno per Ubaldo Paschini, presidente del centro sportivo Sport Club Sesto e del Fogolâr Furlan di Sesto S.G.: quest’anno sono infatti ben due gli anniversari da celebrare: i quaranta anni del Trofeo Internazionale di Judo "Abramo Oldrini – Città di Sesto San Giovanni" e i dieci anni del Judoboy International.

Tutto è pronto perché si alzi il sipario sull’importante manifestazione sportiva interamente dedicata alla disciplina del judo, organizzata da Paschini, Maestro benemerito FIJLKAM e 6° dan IJF/FIJLKAM, e dal suo fidato staff di collaboratori, con il patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Milano, della Federazione Internazionale Judo, dell’Unione Europea Judo, dell’Unione Africana di Judo, del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, della FIJLKAM, dell’ACSI, della La Gazzetta dello Sport, della FederItaliaSport, del Comune di Sesto San Giovanni, dell’Ente Friuli nel Mondo e con il sostegno organizzativo del Fogolâr Furlan di Sesto San Giovanni. Appuntamento sabato 14 novembre al Palasesto di piazza Primo Maggio con un evento sportivo in grado di accrescere, anno dopo anno, il suo prestigio e di imporsi in ambito internazionale grazie alla presenza di judoka di fama mondiale.

Judoka provenienti da tutto il mondo ai quali si aggiungeranno i piccoli protagonisti del "Judoboy International 2009", nato dieci anni fa grazie all’intraprendenza dei Maestri Felice Cattaneo, Claudio Zanesco e Massimo Gorla e pronto, quest’anno, a rinverdire i suoi fasti sui tatami multicolori della Trocellen Furukawa Otsuka, fidata presenza a fianco di Paschini.

Tutto avrà inizio alle ore 12,30 con le coinvolgenti gare eliminatorie, che vedranno sfidarsi sugli avveniristici tatami Trocellen i judoka cintura nera JU-SE (open fino 81 kg, suddivisi in 2 poules da 5 atleti, con girone all’italiana); l’evento sportivo proseguirà dalle 14 con il "Judoboy International 2009", manifestazione giovanile di prova tecnica educativa di judo, non competitivo, riservato a bambini e bambine, ragazzi e ragazze, iscritti ai C.A.S., FIJLKAM, Enti di Promozione Sportiva, Federazioni Straniere, al quale si prevedono le iscrizioni di circa 800 minijudoka in rappresentanza di diverse associazioni sportive italiane ed estere. Alle 16 scenderanno nuovamente sui tatami gli atleti cintura nera Ju-Se chiamati a sfidarsi nelle attese finali per il 3° e 4° posto e 1° e 2° posto, con una rivoluzionaria formula adottata per la prima volta al mondo: i finalisti per il 3°/4° e 1°/2° posto, dovranno disputare 3 raunds di 3 minuti con un minuto di riposo (il vincitore sarà colui che vincerà i 2 raunds o in caso di parità il terzo raund). Il momento ufficiale della cerimonia di premiazione sarà preceduto da diversi momenti di intrattenimento, come nella miglior tradizione dell’Oldrini.

"Questa quarantesima edizione del Trofeo Oldrini – dichiara il Maestro Paschini – rappresenta un traguardo importante e un nuovo punto di partenza. E ci tengo a ringraziare quanti in questi anni hanno contribuito al suo prestigio: dai miei fidati collaboratori ai numerosi sponsor che da subito hanno creduto nelle potenzialità dell’Oldrini. Un grazie di cuore anche alle delegazioni estere, ai judoka di fama internazionale che anche quest’anno saranno qui a Sesto e al Presidente della Federazione Internazionale di Judo, Marius Vizer, tra i primi a credere nel mio innovativo modo di concepire il judo e presente all’Oldrini per rendere onore al judo italiano e alla Città di Sesto San Giovanni".

Per il presidente dello Sport Club Sesto è nuovamente arrivato il momento di dedicarsi alla sua creatura più amata: l’Oldrini. E Paschini, vulcanico, pieno di energia ed entusiasmo, è pronto a buttarsi a capofitto in questa nuova giornata tra sport e spettacolo. Certo di incontrare ancora una volta il favore del pubblico sestese e dei friulani sparsi in Lombardia chiamati a raduno dall’Ente Friuli nel Mondo

 

scarica la locandina

 

Condividi
Accetto.
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Cliccando il bottone Accetto, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. L'informativa è disponibile in questa pagina.