Concorso “Le Voci dell’Anima”

Anche quest’anno il comune di Villa Vicentina organizza il concorso nazionale di poesia “Le voci dell’anima”. Giunto alla sesta edizione, si rivolge a tutti i poeti in lingua italiana e friulana ovunque residenti. L’iscrizione Ë gratuita.
Lo scopo del concorso Ë quello di offrire la possibilit‡ di far emergere le capacit‡ letterarie, che spesso trovano difficolt‡ ad esprimersi e a raggiungere i canali ufficiali.
A tal fine sono previste tre sezioni: quella per adulti in lingua italiana, quella per le poesie in friulano e quella per i ragazzi della scuola dell’obbligo. Tre sezioni in modo da offrire un canale preferenziale per ogni tipo di poesia.
Il concorso Ë patrocinato da tre enti molto autorevoli nel campo della promozione e sostegno della cultura: la Societ‡ Dante Alighieri (fondata nel 1889 da un gruppo di intellettuali guidati da GiosuË Carducci, vanta oltre 500 Comitati, di cui pi˘ di 400 attivi allíestero), la Societ‡ Filologica Friulana (nata a Gorizia il 23 novembre del 1919 per promuovere e diffondere líutilizzo della lingua e della cultura friulana) e l’Ente Friuli nel Mondo (ente cui fanno capo ben 205 Fogolars o Fameis operanti in ogni angolo del mondo, con le oltre 150.000 famiglie affiliate).
Fin dalla nascita, il concorso ha avuto un successo crescente di partecipanti, che si sono dimostrati oltremodo soddisfatti dell’esperienza fatta. L’anno scorso hanno partecipato ben 821: 444 nella sezione in lingua italiana, 21 in quella riservata alla lingua friulana e 356 nella sezione studenti.
Nella sezione in lingua italiana hanno partecipato poeti da ogni parte d’Italia: da Messina a Trento, da Bari a Novara, passando per L’Aquila, Roma, Pisa, Milano e tantissime altre.
La partecipazione alla sezione riservata alle poesie in friulano non Ë stata molto corposa lo scorso anno; per questo motivo abbiamo chiesto aiuto alla Societ‡ Filologica Friulana, che oltre alla promozione del concorso si occuper‡ anche dell’aspetto pi˘ tecnico. Ci aspettiamo quindi una partecipazione pi˘ cospicua.
Numerose anche le classi e i centri culturali che hanno partecipato alla sezione per le scuole, anche questi provenienti da varie parti d’Italia. Ragazzi di ogni et‡, che a seconda dell’impostazione data dal loro educatore, partecipavano con una poesia a tema libero o vincolati ad uno o pi˘ temi imposti.
Anche la qualit‡ delle poesie Ë molto elevata: basti pensare che complessivamente i tre vincitori della sezione in lingua italiana hanno vinto altri 21 premi nazionali, oltre a svariati secondi e terzi premi, menzioni díonore e molteplici altri riconoscimenti. Tutti inoltre, anche alcuni poeti della sezione ragazzi, hanno all’attivo molte pubblicazioni.
Il concorso si sta sempre pi˘ configurando come una realt‡ stabile e duratura nell’affollato mondo dei concorsi di poesia. L’estraneit‡ di ogni ente che abbia interessi economici nella pubblicazione delle poesie Ë escluso dall’organizzazione e questo garantisce al concorso un’autenticit‡ e una sincerit‡ apprezzata da tutti i partecipanti.
A titolo di esempio riporto le dichiarazioni rese da due poeti che hanno partecipato l’anno scorso, senza aggiungere altro. Umberto Druschovic di Sarre (AO): “[…] Il 30 Luglio dello scorso anno ho partecipato alla bella Cerimonia di Premiazione che, nonostante la pioggia battente, siete riusciti a rendere lieta e piacevole, pur nell’ufficialit‡ e seriet‡ che l’evento richiedeva. Io e mia Moglie Renata abbiamo molto apprezzato la godibilissima serata trascorsa con voi, ma tutto il Concorso si È rivelato tra i migliori in assoluto cui io abbia partecipato, in ogni parte d’Italia. E dico questo con estrema sincerit‡. La perfetta organizzazione, la generosa ospitalit‡ e i Premi consistenti ma, soprattutto, il calore umano e la simpatia con cui siamo stati accolti, sono ancora oggetto per noi di un piacevolissimo ricordo.[…]” . Giaomo Vit Cordovado (PN): “Partecipo da molti anni ai concorsi letterari (e di alcuni ne faccio parte in qualit‡ di giurato), e spesso gli amici, ma certe volte anche degli sconosciuti, mi chiedono come riconoscere, nel mare dei premi letterari che ci sono in Italia, quelli pi˘ validi. Di solito indico tre criteri, che permettono di definire “serio” un concorso letterario. 1) Una giuria qualificata; 2) Nessuna tassa da far pagare ai concorrenti; Pochi premi, e magari in denaro. Il concorso “Le voci dell’anima” soddisfa tutti e tre i requisiti.”
Speriamo vivamente che anche quest’anno l’opportunit‡ venga colta da un numero ancora maggiore di poeti, che desiderano misurarsi con altri colleghi da tutt’Italia in una competizione sana e trasparente con al centro la poesia. Invitiamo tutti a partecipare al concorso, prendendo visione del bando e spedendo la scheda di partecipazione. Entrambi sono reperibili presso il sito web del comune di Villa Vicentina (http://www.comune.villavicentina.ud.it seguendo i link Informazioni | Concorso di poesia) o nei siti specializzati. Chi volesse invece ascoltare le poesie vincitrici, Ë invitato alla cerimonia di premiazione che avverr‡ a Villa Vicentina il 26 maggio prossimo. In bocca al lupo a tutti.

Scarica il bando

Scheda di partecipazione

Condividi
Accetto.
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Cliccando il bottone Accetto, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. L'informativa è disponibile in questa pagina.