Da Johannesburg per sviluppare i rapporti economici con il Friuli

«Nel 2010 ‘Friuli nel Mondo’ intende riservare una particolare attenzione al Sud Africa perché ci sono concrete prospettive per lo sviluppo delle relazioni economiche e commerciali con il Friuli ed i nostri conterranei costituiscono il miglior ‘biglietto da visita’ per espandere tali relazioni in ogni settore» con queste parole il Presidente Santuz ha ricevuto, nei giorni scorsi, la dottoressa Monika Matika, funzionario della Camera di Commercio Italo-Sudafricana di Johannesbug, accompagnata da Ketty Brunetti, dell’Ufficio Internazionalizzazione della Camera di Commercio di Udine.
L’ospite sudafricana, presente ad Udine nell’ambito del progetto ‘Chamber Link’, ha illustrato al Presidente Santuz il quadro economico congiunturale del proprio Paese ed ha segnalato il forte interesse che le giovani generazioni italiane, nate in Sud Africa, manifestano nel continuare a coltivare i caratteri identitari dei propri genitori e nonni. La dott.ssa Marika, altresì, ha confermato la qualificata presenza nel proprio paese di esponenti della comunità friulana e, fra essi, la stessa Presidente della Camera di Commercio Italo-Sudafricana, Nicolina Di Santolo, ed il Vice Presidente, Roberto Bottega.
Parole, queste ultime, molto apprezzate dal presidente Santuz perché «su questa base i contatti possono essere oltremodo facilitati e, con essi, potranno riprendere slancio le attività dei nostri Fogolârs, quali luoghi privilegiati dove conoscere e tramandare lingua, cultura e tradizioni friulane».
"Friuli nel Mondo – ha proseguito il Presidente Santuz – intende favorire soprattutto risposte concrete in favore delle aspettative dei giovani friulani del Sud Africa, attraverso ogni opportuna azione sia realizzata direttamente che d’intesa con la Camera di Commercio che con l’Università di Udine; un’azione mirata, peraltro, anche a collegare la loro esperienza a quella delle persone più anziane, affinché il filo della memoria continui ad unire le generazioni ed a rendere sempre più robusta e diffusa la rete della collaborazione e della solidarietà che unisce i Friulani, ovunque nel mondo.
La dottoressa Brunetti ha informato che, negli incontri tenutisi in questi giorni nella sede dell’Ente camerale udinese, è emerso un forte e, per taluni versi, inaspettato interesse delle aziende friulane verso il Sud Africa, specie da parte di quelle operanti nei settori dell’arredo, della meccanica e delle produzioni agroalimentari.
A conclusione del cordiale incontro si è, quindi, convenuto che, sulla base delle indicazioni che giungeranno anche dai nostri Fogolârs, verrà organizzata, indicativamente nella primavera del 2010, un’apposita missione congiunta dell’Ente e della Camera di Commercio di Udine nella città di Johannesburg e nelle altre sedi che si segnaleranno. (F. C.)

Condividi
Accetto.
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Cliccando il bottone Accetto, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. L'informativa è disponibile in questa pagina.