Il tempo della trincea, scritture, emozioni, visioni

"Il tempo edlla trincea", ovvero il quotidiano di guerra e di morte per uomini costretti a combattersi in fossati di pietre e fango, con a disposizione la tecnologia industriale della prima guerra di massa dell’umanità e contemporaneamente afflitti da un’esistenza estremamente precaria, esposti al caldo e al freddo, alla fame e alla sete, a condizioni igieniche inenarrabili, con la concreta possibilità di essere uccisio feriti. Tutto questo produrrà tra il 1914 e il 1918 circa 10 milioni di morti tra i circa 70 milioni di militari mobilitati da tutti gli eserciti, un incalcolabile numero di invalidi, feriti e ammalati, nonchè un indicibile tasso di lutto e di sofferenza, destinato a riflettersi per decenni e ancora influenzare la memoria e la percezione attuale di quella Grande Guerra che si è combattuta anche qui, a poche centinaia di metri di distanza, sul Carso e sull’Isonzo.

 scarica l’invito

Condividi
Accetto.
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Cliccando il bottone Accetto, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. L'informativa è disponibile in questa pagina.