In visita a Friuli nel Mondo L’ambasciatrice d’Australia in Italia, on. Amanda Vanstone Santuz: la comunità friulana un esempio d’integrazione

L’Australia – continente nuovissimo e lontano più di ogni altro – non rappresenta per tanti Friulani una frontiera sconosciuta e irraggiungibile ma una terra familiare, ospitale e laboriosa, dove i nostri conterranei si sono da tempo insediati e si sono fatti onore e dove tuttora si possono coltivare concrete opportunità professionali e di affermazione personale, questo, in sintesi, il convergente giudizio emerso nell’incontro che, alla fine del mese scorso, nella sede di ‘Friuli nel Mondo’ ha visto protagonisti S.E. l’on. Amanda Vanstone, Ambasciatrice d’Australia in Italia, e il presidente dell’Ente, on. Giorgio Santuz.
Una visita prestigiosa, quella del massimo rappresentante del Governo australiano in Italia, resa possibile dal diretto interessamento dell’ing. Lorenzo Savio, Presidente del Fogolâr di Adelaide, città dalla quale proviene e dove ha sempre operato la stessa onorevole Vanstone e di Egilberto Martin, di Melbourne, infaticabile promotore di innumerevoli iniziative fra i friulani d’Australia, specie nel campo della cultura.
L’Ambasciatrice, giunta nel Friuli Venezia Giulia per una serie d’incontri e di visite ufficiali, era accompagnata da un altro illustre figlio della nostra terra, Robert A. Berton, che, originario di Dignano, da dove partirono tanti anni fa i propri genitori, riveste attualmente la carica di Presidente della Camera di Commercio ed Industria italiana in Australia, nonché dal dott. Teodoro Spiniello, segretario generale della Camera stessa.

Il Presidente Santuz ha messo in evidenza all’Ambasciatrice Vanstone l’organizzazione e la diffusione dei sodalizi friulani in Australia – presenti ad Adelaide, Brisbane, Canberra, Dimbulah, Melbourne (dove recentemente anche un deputato australiano, l’on. Martin Ferguson, è divenuto socio onorario del locale Fogolâr!), Perth e Sidney – ed il grande interesse della nostra regione a sviluppare in ogni campo la collaborazione con l’Australia, proprio facendo leva sulla consistenza e sulle competenze della comunità friulana che vi risiede.
Il Presidente non ha mancato, nell’occasione, di ringraziare nuovamente il Governo australiano del generoso aiuto offerto, unitamente alle comunità dei nostri emigrati, per l’opera di ricostruzione dal devastante terremoto che nel ’76 colpì il Friuli, aiuto che consentì la realizzazione di ben cinque asili.
Parole che hanno fatto breccia nell’Ambasciatrice che, per parte sua, ha ricordato l’apporto recato dagli italiani alla crescita del proprio Paese e del legame che, anche personalmente, l’ha unita alla comunità dei nostri conterranei residenti nel sud dell’Australia "Un popolo di forte identità e di grandi valori – ha sottolineato l’Ambasciatrice – che anche in futuro potrà essere un partner importante dell’Australia proprio per quanto i suoi figli hanno dimostrato di essere e di saper fare".
L’Ambasciatrice ha, altresì, ricordato come "i Friulani abbiano saputo dare vita ad esemplari forme di integrazione nel tessuto sociale del proprio Paese e come la struttura diplomatica di Roma sia in grado di offrire ogni supporto a coloro che – specie giovani laureati – intendessero anche oggi compiere un’esperienza di lavoro oltreoceano".
Un incontro proficuo, in definitiva, non solo per rinsaldare un profondo legame intessuto dal lavoro, dai sacrifici e dai successi dei tanti friulani emigrati in Australia, ma altresì foriero di nuove e concrete prospettive specie per lo sviluppo delle relazioni in campo economico e culturale (si prospetta, fra le altre, la presenza di un coro friulano al Melbourne Italian Festival del 2011).
Il cordiale colloquio si è concluso con il tradizionale scambio di doni (molto apprezzato dal Presidente Berton il volume ricevuto sulla ‘sua’ Dignano) e con l’invito formulato dall’Ambasciatrice Vanstone al Presidente Santuz di ricambiare la visita all’Ambasciata di Roma, per proseguire il positivo dialogo avviato e mettere a fuoco specifici progetti di collaborazione. (F.C.)

Condividi
Accetto.
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Cliccando il bottone Accetto, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. L'informativa è disponibile in questa pagina.