“Rinnoviamo la nostra friulanità” in Uruguay e Argentina cinema, video e arti visive del FVG

Il regista Massimo Garlatti-Costa parteciperà al progetto a Buenos Aires e Montevideo

Il regista e sceneggiatore Massimo Garlatti-Costa sarà il protagonista in Uruguay e Argentina dal 13 al 18 luglio di una serie di conferenze e proiezioni dedicate a cinema, video e arti visive in Friuli Venezia Giulia nell’ambito della seconda fase di “Rinnoviamo la nostra friulanità”, progetto organizzato dall’Ente Friuli nel Mondo e finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia – Servizio volontariato, lingue minoritarie e corregionali all’estero.
Il progetto “Rinnoviamo la nostra Friulanità” si propone di rinnovare e attualizzare le relazioni dei corregionali con la terra d’origine attraverso un percorso interdisciplinare e di favorire momenti di aggregazione e di crescita socio-culturale a beneficio non solo della comunità degli emigrati e dei loro discendenti ma anche della comunità italiana e locale e, nello specifico, di appassionati di cinematografia.
La presenza di Garlatti-Costa offrirà una straordinaria opportunità di conoscere in maniera moderna e dinamica la Regione Friuli Venezia Giulia, ed il Friuli in particolare, attraverso una selezione di lavori filmici e documentaristici che spaziano dalla storia, alla promozione del territorio, agli aspetti sociali e dell’emigrazione. I documentari Quando la terra chiama, Isonzofront, Missus, Friûl Viaç te Storie, Uomini di Terra, i video promozionali del territorio, la video-guida all’apprendimento della lingua friulana per i corregionali di lingua spagnola Blecs. Perlas de Friulano – prodotti e realizzati anche grazie a finanziamenti della Regione FVG – e altri lavori del regista saranno al centro di un evento nella sede della Scuola Italiana di Montevideo il 16 luglio e rappresenteranno il miglior viatico per rigenerare il senso di identità delle vecchie generazioni dei corregionali all’estero e stimolare il senso di appartenenza nei giovani discendenti.
Considerate la vicinanza geografica, l’enorme consistenza numerica di corregionali e loro discendenti, e soprattutto l’interesse legato alla settima arte, gli eventi saranno proposti il 13 e 18 luglio anche a Buenos Aires in Argentina, con il coordinamento della Sociedad Friulana.

Condividi
Accetto.
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Cliccando il bottone Accetto, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. L'informativa è disponibile in questa pagina.