Il Presidente della Provincia di Udine, on. Pietro Fontanini, a Bath

Il Fogolâr di Bath ha festeggiato nei giorni scorsi il primo anno d’attività con una nutrita serie d’incontri che hanno visto protagonista il Presidente della Provincia di Udine, on. Pietro Fontanini.
Ultimo fra quelli sorti nel regno Unito, la sua costituzione si deve all’entusiasmo e all’impegno del prof. Gian Luca Gardini, che, giunto nell’elegante cittadina inglese per una docenza presso l’Università, ha riunito accanto a sé, in breve tempo, una trentina di adesioni sia nella cerchia dei giovani friulani che operano nella locale università sia nell’intera contea del North East Somerset, dove si è stabilita da più anni anche qualche nostra famiglia.


L’affascinante architettura d‘epoca georgiana del famoso centro termale – Bath, infatti, deve il suo nome ai bagni d’epoca romana – dichiarata dall’UNESCO patrimonio del’umanità, ha fatto da sfondo ad alcuni importanti incontri nei quali si è rilevato il convergente interesse degli enti locali ad avviare rapporti e sviluppare iniziative in diversi campi, proprio facendo leva sulla presenza e sulle competenze della comunità friulana che vi risiede.
Dapprima è stato il Chairman della Contea del North East Somerset, Bryan Chalker, rispondendo alle sollecitazioni del Presidente Fontanini, a rilevare la comunanza dei temi iscritti nell’agenda dei lavori delle rispettive amministrazioni: dalla tutela della cultura locale, alla promozione del patrimonio archeologico ed ambientale, dalla sicurezza dei cittadini, alla ricerca e al trasferimento delle nuove tecnologie si è registrata un’immediata e profonda convergenza di vedute fra i rappresentanti delle due omologhe istituzioni, tanto che presto si è deciso di dar seguito a questo primo incontro con un nuovo appuntamento per approfondire possibili progetti da realizzare congiuntamente, anche con la presenza delle altre realtà istituzionali interessate.
Parimenti il Sindaco di Bath, Colin Barrett, dopo aver ricordato le presenze romane che accomunano la propria città al territorio del Friuli e la profonda evoluzione socio-economica registrata dalla propria comunità nel corso degli ultimi anni, ha confermato l’auspicio a sviluppare rapporti con la nostra regione specie ai fini della valorizzazione delle rispettive offerte turistiche e delle potenzialità legate alla presenza di infrastrutture sportive di prim’ordine: proprio a Bath, infatti, si stanno preparando gli atleti inglesi del nuoto e dell’atletica leggera per le prossime Olimpiadi di Londra del 2012.


Ma è nel campo universitario che si stanno sviluppando i primi stabili contatti: per opera del prof. Gardini, infatti, i due atenei intendono entro breve giungere alla sottoscrizione di accordi per lo scambio di allievi, dopo che si è già positivamente instaurata una relazione per lo scambio di docenti.
Nel corso della sua missione il Presidente Fontanini ha potuto prendere visione dell’ottima organizzazione e delle efficienti strutture del locale ateneo ed ha avuto modo anche di apprezzare la squisita accoglienza della famiglia Zanetti, originaria di Fanna, che, nella vicina Bristol, esercita da anni una fiorente attività artigianale e commerciale nel settore dei marmi.
Espressioni di particolare apprezzamento sono state rivolte dal Presidente Fontanini al Fogolâr di Bath, per l’efficace integrazione fra le espressioni della più vecchia e recente emigrazione friulana. Due realtà diverse, quella dei giovani nati in Inghilterra da famiglie d’origine friulana e quella dei professionisti stabilitisi dopo aver conseguito la laurea in Friuli, ma unite dall’attaccamento ai medesimi valori e dalla volontà di mantenere sempre vive le medesime tradizioni e la medesima cultura; di qui il simbolico – ed apprezzato – dono della bandiera del Friuli che il Presidente Fontanini ha voluto fare al nuovo Fogolâr.
Grande partecipazione ed entusiasmo, infine, nella riunione conviviale che ha celebrato il primo anno dell’attività ufficiale del sodalizio, dove non è mancato un ottimo ‘frico con polenta’, realizzato per la prima volta da un entusiasta cuoco inglese, e dove la sorte ha beneficiato, con l’estrazione del biglietto aereo per un viaggio in Italia, offerto dal Fogolâr, la famiglia del giovane dentista cividalese Federico Zanutto, anche lui avviatosi con successo nella propria professione nella cittadina inglese.

Condividi
Accetto.
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Cliccando il bottone Accetto, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. L'informativa è disponibile in questa pagina.